Architettura per la Modernità – in mostra a Trento, Palazzo Firmian

“In questo “gioco sapiente” dell’architettura contemporanea  si chiude e si apre un interessante circuito di sperimentazioni sul progetto, che ha visto coinvolta da sempre in Italia e nel Trentino, l’attività di maestri come Adalberto Libera e Fortunato Depero, i quali, dalla dimensione dell’edificio e del paesaggio si sono spinti fino a quella del prodotto artigianale/industriale, attraverso il design” – spiega Giuseppe Scaglione, responsabile scientifico della Cattedra Libera.

“Proporre un confronto sul concetto di modernità nell’architettura e nel paesaggio a partire dalle architetture di Adalberto Libera per Trento, passando per il lavoro dei protagonisti della cattedra d’eccellenza a lui intitolata, per finire con il lavoro di Marcello Armani, protagonista dello sviluppo di Trento negli ultimi decenni del Novecento: è questo l’obiettivo dell’esposizione/confronto promossa dal Laboratorio/Osservatorio TALL del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica dell’Università di Trento, nell’ambito delle attività collegate alla Cattedra di eccellenza Adalberto Libera” – prosegue il docente.

In questo contesto ben si inseriscono le lampade .exnovo, ospiti della mostra, che racchiudono in loro un forte senso di innovazione e modernità, pur mantenendo forti contatti con la tradizione e soprattutto con il territorio.

La mostra, allestita nei bellissimi spazi affrescati di Palazzo Firmian è stata inaugurata il 10 dicembre e rimarrà aperta e visitabile gratuitamente fino al 31 gennaio.

Il visitatore avrà la possibilità di ripercorrere un momento importante della storia recente della città di Trento inquadrandolo in un contesto culturale che ancora le sue radici nei concetti della modernità e nella loro traduzione in progetto di architettura e di paesaggio.

Dal lunedì al venerdì dalle 8.20 – 13. 20 e 14.30-16.00

Palazzo Firmian, via Galilei 1 – Trento